Le Terme di Caracalla

Le Terme di Caracalla

Le monumentali terme romane, simbolo di svago dei cittadini e della grandezza della Roma antica.

Le Terme di Caracalla, o Thermae Antonianae, come le chiamavano i romani, sono uno dei più grandi e meglio conservati complessi termali dell’antica Roma. L’edificio fu costruito per iniziativa dell’imperatore Caracalla nel 216 d.C., lungo le pendici meridionali dell’Aventino. Al momento della loro costruzione, queste erano le terme più grandi della città, e occupavano una superficie di 13 ettari.
I bagni presso le terme erano un momento fondamentale nella vita quotidiana dei romani, dal momento che non esistevano i bagni privati nelle abitazioni; ma oltre alle funzioni igeniche, le terme svolgevano un importantissimo ruolo nella vita sociale, in quanto costituivano il luogo d’incontro, di svago, di divertimento per tutta la popolazione.
La visita guidata ha inizio all’ingresso del Parco Archeologico delle Terme, dove si trovava l’antico giardino (xystòs) che circondava le terme. Qui si poteva passeggiare tra opere d’arte, stendersi al sole e fare pic nic, prima di iniziare il percorso nelle terme.  Da qui si entrerà nel complesso termale vero e proprio, e si visiteranno le sale da bagno (divise in calidarium, tepidarium e frigidarium), e tutti gli ambienti annessi come le palestre, gli spogliatoi, le sale adibite a massaggi e cerette. Tutto come nelle più moderne spa!
La visita sarà l’occasione migliore non solo per conoscere uno dei monumenti più scenografici dell’architettura romana, ma anche per approfondire uno degli aspetti più interessanti della vita quotidiana di età romana.



Importante da sapere.

Tipologia tour: a piedi.
Durata: 2 ore.
Biglietto di ingresso ai monumenti: intero € 6 (valido anche per l’ingresso alla Villa dei Quintili e il Mausoleo di Cecilia Metella).